Poltronieri Salumi, Autore presso Poltronieri Salumi

Poltronieri Salumi

Circa Poltronieri Salumi

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Finora Poltronieri Salumi ha creato 53 post nel blog.

RICETTA SALSICCIA CARCIOFI E PATATE 

2022-04-27T18:18:19+02:00

RICETTA SALSICCIA CARCIOFI E PATATE Se hai letto il nostro post sui social vogliamo mantenere la promessa fatta… ossia regalarti un piatto che si cucini da solo, o quasi. Magari ci vorrà un pochino perché si cuocia ma i passaggi sono davvero pochi, semplici ed il successo non può che essere assicurato. Gli ingredienti sono facilissimi da reperire, il loro gusto è senza eguali e a tavola troverai tutti i tuoi ospiti più che lieti di accogliere nei loro piatti questa preparazione. INGREDIENTI RICETTA SALSICCIA CARCIOFI E PATATE 400 gr Salsiccia 800 gr di patate 4 Carciofi 1 Mazzetto Rosmarino u Olio extravergine d’oliva q.b. 2 Spicchi di Aglio Sale q.b. Pepe q.b.   PREPARAZIONE RICETTA SALSICCIA CARCIOFI E PATATE Come sempre, si parte dalla preparazione degli ingredienti e delle materie prime. Quindi lava e sbuccia le patate a cubetti. Mettile in ammollo in abbondante acqua e lasciale riposare. Ora è il momento di concentrarsi sui gustosissimi carciofi. Con un coltello taglia la parte superiore appuntita e poi con le mani “sfoglia” il fiore di carciofo rimuovendo tutte le foglie esterne più dure e difficili da mangiare. Con un pelapatate sbuccia il gambo in modo da rimuovere la fibra più coriacea. Con un coltello dividi in quarti il carciofo, elimina la peluria interna e poi dividi ulteriormente i pezzi di carciofo ottenuti a metà. Ora è il tempo di prendere le salsicce e romperle a pezzettoni. Qui puoi procedere come preferisci, puoi usare le mani oppure una forbice da cucina od un coltello ed un tagliere. L’unica regola da rispettare è quella di fare dei pezzettoni di dimensioni omogenee, cosicché si cuociano tutti alla stessa maniera. Prendi una teglia da forno antiaderente sufficientemente grande e adagia patate, salsiccia e carciofi al suo interno. Aggiungi un filo d’olio, i due spicchi di aglio sbucciati ed il rosmarino a ciuffetti. Dai una spolverata di pepe e sale, quanto basta. Fai in modo che tutti gli ingredienti siano ben distribuiti in modo da [...]

RICETTA SALSICCIA CARCIOFI E PATATE 2022-04-27T18:18:19+02:00

RICETTA FIORI DI ZUCCHINE RIPIENE DI SPECK E MOZZARELLA

2022-04-27T18:10:56+02:00

RICETTA FIORI DI ZUCCHINE RIPIENE DI SPECK E MOZZARELLA DI BUFALA I fiori di zucchine ripieni di speck e mozzarella di bufala sono uno di quei piatti che almeno una volta hai gustato a casa di qualche nonna o zia. Sono un piatto così piacevole e gustoso che possono essere serviti come antipasto in un incontro a tavola che vogliamo si prolunghi con gioia e gusto. Oppure possono diventare anche una portata a sé stante, se accompagnati da qualche contorno, come delle verdurine grigliate, una bella insalatona e magari a seguire un dolcetto sfizioso. Questa ricetta può essere modificata in mille maniere diverse e vi anticipiamo che a noi piace farla sia con la mozzarella che con la scamorza. Abbiamo optato per questa declinazione in modo da poter dare maggior spazio al gusto dello speck, che già di per sé è intenso ed affumicato. Ovviamente la cucina è il luogo in cui la creatività può avere massimo sfogo, quindi se vuoi personalizzare gli ingredienti e optare per ripieni diversi, fatti avanti, anzi faccelo sapere. Saremo lieti di scoprire le tue preferenze e vedere le tue prelibate creazioni. Quindi senza altro indugio, immergiamoci in questa ricetta speciale. INGREDIENTI RICETTA FIORI DI ZUCCHINE RIPIENE DI SPECK E MOZZARELLA DI BUFALA Fiori di zucca 10 - 12 Mozzarella  di bufala 80 g Speck a cubetti 120 g Zucchine (4/5 circa) 350 g Scalogno 1 Ricotta 100 g Uova 1 Parmigiano Reggiano 80 g Olio extravergine d'oliva q.b. Sale fino q.b. Pepe nero q.b.   PREPARAZIONE RICETTA FIORI DI ZUCCHINE RIPIENE DI SPECK E MOZZARELLA DI BUFALA In cucina, il passaggio fondamentale è quello che pone le fondamenta al palazzetto del gusto che passo dopo passo si andrà a costruire. Ecco che qui bisogna come prima cosa lavare i fiori di zucca e le zucchine. Trattate i fiori con delicatezza perché serviranno intatti, quindi metti i guanti di velluto per questa operazione. Una volta lavati elima tutto ciò che non è l’infiorescenza e nel [...]

RICETTA FIORI DI ZUCCHINE RIPIENE DI SPECK E MOZZARELLA2022-04-27T18:10:56+02:00

Costine o Puntine di Maiale in Padella

2022-03-27T11:52:03+02:00

COSTINE o PUNTINE DI MAIALE IN PADELLA Le Costine o Puntine di Maiale in Padella sono uno di quei piatti che generalmente non siamo abituati a mangiare a casa. Spesso le persone evitano di fare questo piatto perché lo reputano difficile da gestire. Infatti, l’opinione diffusa è che le costine siano un taglio buono solo per le braci e che fatto in padella, in casa, sia difficile da cuocere. Diciamo che questo “pregiudizio” colpisce non solo le costine ma un po’ tutti i tagli di carne che all’interno presentano “l’osso”. Infatti di solito questi tagli sono ottimi alla griglia o al barbecue ma va ricordato che questi non sono gli unici modi per cucinarli. Quindi se le costine ti sembrano un taglio difficile da cuocere in casa, in padella, leggi per intero questo articolo perché ti faremo cambiare idea.   Consigli per la preparazione delle Costine in Padella: Il primo consiglio è quello di utilizzare materia prima fresca e se possibile, acquistare le costine dal vostro macellaio di fiducia. Il secondo consiglio è molto pratico. Taglia o fai tagliare dal macellaio, le costine in blocchetti da 3 o 4 costine. Se ti piace il fai da te, per prendere la misura ti basterà osservare dove si trova l’osso. Considera che tagliando a metà la carne tra un osso di costina e l’altro otterrai il taglio perfetto. Dividere l’intera fila di costine in pezzetti più piccoli renderà tutti i passaggi che vedremo in seguito, più semplici e veloci. Se vuoi fare quest’operazione in casa da solo, non c’è problema, infatti non dovendo tagliare l’osso ma la carne che si trova in mezzo, ti basterà un coltello abbastanza affilato per sentirti il re della cucina. Il terzo consiglio è legato alla temperatura della carne. Prima di mettere le tue costine in padella, sarebbe ottimale aspettare che esse fossero a temperatura ambiente. Questo consiglio ti sarà utile con qualsiasi tipologia di pezzo di carne, che tu lo voglia cucinare in padella o alla [...]

Costine o Puntine di Maiale in Padella2022-03-27T11:52:03+02:00

Salame di Cioccolata Ricetta della Nonna

2022-03-27T11:48:28+02:00

SALAME DI CIOCCOLATO RICETTA DELLA NONNA Si è vero, tutto è nato da uno scherzo, ti abbiamo fatto un piccolo pesce d’aprile. Ma visto che ci siamo, perché non condividere la ricetta del salame di cioccolato della nonna? Questo dolce è proprio “furbo” perché si tratta di una di quelle ricette semplici e veloci da preparare e che non ha bisogno di cottura. Inoltre mette veramente tutti d’accordo. Ogni ingrediente al suo interno può essere sostituito con un’alternativa, in caso di intolleranze od allergie. Come ogni ricetta della nonna che si rispetti, questa preparazione ti permetterà di utilizzare ingredienti semplici e gustosi, magari che possono essere avanzati da qualche altra ricetta o preparazione. Il nome di questo dolce ovviamente deriva dalla sua forma cilindrica, che ricorda quella di un salame ma non solo. Infatti anche altri dettagli servono per enfatizzare questo gustoso equivoco, come i biscotti all’interno e la spolverata di zucchero a velo all’esterno, rendono il tutto ancora più divertente. Al sud questo dolce prende il nome di Salame Turco a causa del suo colore scuro, anche se in generale questa preparazione è più tipica delle regioni del Nord Italia. Una curiosità… in Portogallo hanno il “salame de chocolate” che in buona sostanza è molto simile a quello preparato da noi.   INGREDIENTI SALAME DI CIOCCOLATO RICETTA DELLA NONNA 200 g di cioccolato fondente (almeno 50%) 30 g di cacao amaro in polvere 150 g di burro morbido (si può usare anche un alternativa vegetale in caso di intolleranza) 3 tuorli d'uovo freschissimi (si possono anche non mettere in caso di intolleranza) 10 ml di brandy o rhum 200 g di biscotti secchi PER DECORARE 100 g di zucchero a velo   PREPARAZIONE SALAME DI CIOCCOLATO RICETTA DELLA NONNA Per creare questo squisito dolce tutto comincia con la preparazione dei singoli ingredienti, perché come vedrai in seguito, una volta amalgamati, il dolce è sostanzialmente pronto. Quindi rompi il cioccolato a pezzettoni e mettilo in un tegamino a bagno Maria [...]

Salame di Cioccolata Ricetta della Nonna2022-03-27T11:48:28+02:00

Polpette di Melanzane e Salame Campagnolo

2022-02-15T17:28:54+01:00

Polpette di Melanzane e Salame Campagnolo Le melanzane appartengono alla categoria della frutta o della verdura? Proprio come il pomodoro, anche le melanzane sono un frutto che spesso viene scambiato per ortaggio. Questo frutto lo potremmo poi definire esotico, infatti proviene dalla Cina e dall’india. Furono gli Arabi nel settimo secolo ad importarlo e commercializzarlo nel mediterraneo. Al di là delle curiosità le melanzane, una cosa è condivisa da tutti, sono un ingrediente strepitoso. Esse vanno mangiate necessariamente cotte, in padella, pentola, fritte o alla griglia. Sono un contorno perfetto e possono essere inserite in moltissime ricette grazie al loro gusto e delicatezza. Oggi andiamo a vedere le polpette di melanzane con una personalizzazione tutta made in Poltronieri Salumi.   Ingredienti Polpette di Melanzane e Salame Campagnolo Melanzane 900 gr Pangrattato 150 gr Parmigiano Reggiano grattugiato 150 gr Salame Campagnolo 50 gr 2 Uova medie 1 spicchio di Aglio Pepe nero q.b. Sale fino q.b. Prezzemolo q.b. Olio di arachidi   Preparazione delle Polpette di Melanzane e Salame Campagnolo Tutto parte dalle melanzane. Quindi queste devono essere lavate e passate al forno. Per questo processo basterà portare il forno in modalità ventilato a 180° per un’ora. Cuoci le melanzane, falle raffreddate ed infine privale della buccia. Poi con l’aiuto di un panno o di un colino, schiacciale per fa fuoriuscire tutto il liquido. Prendi il salame campagnolo e tagliano a dadolini molto piccoli. Ora è il momento di incorporare tutti gli altri ingredienti compreso il salame. Con l’aiuto di una forchetta amalgama il composto e sala a piacere. Con il preparato forma delle palline del diametro di 3 / 4 cm e passale nel pane grattugiato e riponile su un piatto. Ripeti questa operazione fino all’esaurimento dell’impasto delle polpette. Ora è il tempo di friggere. Utilizza il metodo che preferisci, quindi se hai una friggitrice, meglio, sfruttala pure per questa ricetta. Se preferisci invece utilizzare una padella,   fai attenzione che ci sia abbastanza olio da sommergere l’intera polpetta. Friggi [...]

Polpette di Melanzane e Salame Campagnolo2022-02-15T17:28:54+01:00

Pancake salati con salumi

2022-02-15T17:25:52+01:00

Pancake salati con salumi Probabilmente li hai già sentiti nominare, anche perché sono divenuti negli ultimi anni una preparazione che puoi trovare praticamente dappertutto. Diciamo che sono il piatto perfetto per gli amanti del Brunch, pasto che rappresenta un po’ una via di mezzo tra una colazione ed un pranzo. Infatti i pancakes sono proprio questo, una carica di sapore e nutrimenti utili a cominciare con il piede giusto la giornata. Questa preparazione è molto conosciuta ed apprezzata nel mondo anglosassone, tant’è che nel regno unito ed in Irlanda in concomitanza con il martedì grasso, viene organizzato il pancake day. In pratica prima della quaresima si utilizzava la ricetta dei pancake per finire tutto quello che era presente nelle credenze, in modo da poter cominciare poi un periodo di digiuno, lontano da dolci tentazioni. Il pancake assomiglia un po’ alle crepes e proprio come queste può essere declinato in maniera dolce o salata. Oggi per uscire un po’ dagli schemi proviamo ad abbinare al posto del classico sciroppo d’acero, qualche buon salume artigianale della nostra tradizione.   Ingredienti per i pancake salati 250 ml Latte 200 gr Farina 80 gr Parmigiano Reggiano 15 gr di olio di semi o di burro 2 uova 1 cucchiaino di Lievito istantaneo per salati 1 Sale qb   Preparazione dei pancake salati La preparazione di queste leccornie è davvero semplice, non a caso è un piatto che generalmente viene fatto a colazione, momento in cui è meglio fare cose semplici, senza troppi passaggi e complicazioni, già alzarsi al suono della sveglia è piuttosto difficile. Quindi prendi una ciotola abbastanza grande ed al suo interno incorpora tutti gli ingredienti. Puoi miscelare il tutto con una forchetta, un cucchiaio di legno oppure con uno sbattitore elettrico. Diciamo che poi non c’è moltissimo da aggiungere. Ora poni una padella antiaderente su fuoco medio e fai sciogliere una noce di burro al suo interno. Quando la padella è bella calda, versa uno o due mestoli del composto che [...]

Pancake salati con salumi2022-02-15T17:25:52+01:00

Come Abbinare Birra e Salumi

2022-02-15T17:23:34+01:00

Come Abbinare Birra e Salumi La millenaria tradizione vitivinicola che contraddistingue il nostro paese ha visto sempre il Vino come la bevanda alcolica perfetta per ogni tipo di occasione. Dopotutto il vino ha mille declinazioni e proprio grazie alla sua immensa varietà di gusti e tonalità può coprire l’altrettanto grande ricchezza e diversità di piatti e preparazioni che caratterizzano il nostro paese. Alcuni censimenti rilevano la presenza di vari birrifici sul territorio italiano già sul finire del 1800 ma la produzione era ben poca cosa a quell’epoca, essa infatti era inferiore ai 200.000 hl anno. Con il passare del tempo vi furono 3 passaggi cruciali che segnarono il successo di questa bevanda così diffusa tutt’oggi. Nel 1925, vi fu una prima esplosione di richiesta dovuta alla ripresa economica post bellica. La stessa cosa avvenne poi negli anni 70, periodo in cui la birra iniziò ad essere distribuita e commercilizzata in maniera diffusa nella grande distribuzione moderna. Fino ad arrivare al culmine del 2010, anno in cui la proliferazione di micro-birrifici segno un trend di crescita davvero importate per il settore. Ecco che dunque la birra è diventato una bevanda alcolica che non ha nulla da invidiare al vino. Birrifici e birre hanno assunto una tale personalizzazione che possono accompagnare alla stregua del vino, una serie di pietanze illimitata. Quindi di seguito, cercheremo la risposta alla domanda delle domande… Come abbinare i salumi alla birra.   Come abbinare la birra ai salumi? Ora segna tutto quello che leggi e poi sperimenta… con moderazione ma sperimenta.   Birra Bock Definizione: la Birra Bock si contraddistingue per il suo gusto deciso. Il colore in base all’ingredientistica può variare dall’ambrato scuro fino al marrone intenso. La fermentazione è piuttosto bassa e la birra una volta spinata esprime una schiuma densa e color paglierino. Il tenore di alcool è generalmente attorno a 7,5% Vol. Abbinamenti: Questa birra si abbina in maniera sublime al salame, anche quello più intenso ed agliato, come può essere la soppressa [...]

Come Abbinare Birra e Salumi2022-02-15T17:23:34+01:00

Coppa di suino gratinata al forno

2022-02-15T17:19:25+01:00

Coppa di suino gratinata al forno Se ti trovi qui sicuramente, come noi condividi la passione per la buona cucina e per il gusto. Diciamo che forse alle feste non sei quello che cerca l’insalatina e beve solo acqua naturale. Se ci abbiamo azzeccato allora sei nel posto giusto, questa ricetta soddisferà il tuo palato. Oggi parliamo di un taglio di carne che era più celebre in passato ma oggigiorno si trova un po’ in secondo piano, in favore di lavorazioni più esotiche o d’oltreoceano, basti pensare a quanto ha spopolato il settore BBQ all’americana con pulled pork e ribs a volontà, piuttosto che tagli magrissimi da amanti del fitness, come il petto di pollo o la fesa di tacchino. In questo articolo troverai una ricetta che ha come protagonista la coppa o capocollo di maiale. Se non conosci questo taglio di carne, nessun problema, ora te ne parliamo noi. In buona sostanza la coppa è il muscolo del collo del maiale. Se lavorata in una certa maniera e stagionata, diventa poi il celebre salume “coppa stagionata”. Mentre se si utilizza il taglio fresco, la si può ritrovare nel classico mix da grigliata, assieme alla pancetta ed alla lonza di suino. Il motivo è molto semplice, infatti la coppa è perfetta per le braci. Di fatto contiene sia una parte di carne magra che una parte di grasso. Quest’ultimo conferisce gusto e morbidezza alla preparazione e quindi anche sulla carbonella più rovente, non rischia di cuocere troppo. La coppa o capocollo rappresenta un taglio anatomico utilizzato in tante tradizioni culinarie del nostro paese, infatti da nord a sud è possibile trovare una miriade di piatti e declinazioni di questa carne gustosa e succulenta. Veniamo infine alla ricetta di oggi: la coppa (o capocollo) gratinata al forno. Come abbiamo detto pocanzi, generalmente le fettine di coppa vengono cotte alla piastra o sul BBQ, mentre scarseggiano le ricette che la vedono utilizzata in cotture al forno. La preparazione che proponiamo oggi, è [...]

Coppa di suino gratinata al forno2022-02-15T17:19:25+01:00

Pasta al Forno con la Salsiccia

2021-12-13T14:39:24+01:00

PASTA AL FORNO CON LA SALSICCIA  Eccoci arrivati nel mese di gennaio 2022. Quanti buoni propositi e quante diete sentiamo citare parlando con amici e parenti. Noi siamo un po’ in controtendenza, o meglio, ci piace la vita sana e attiva ed il cibo di ottima qualità. Per questo non vi rinunciamo, così almeno una volta alla settimana ci prepariamo un buon piatto che ci coccola. Quello che oggi si chiama "comfort food” in realtà non è cosa nuova. Da sempre il cibo è piacere e quindi con moderazione si può cadere in qualche gustosa tentazione che fa bene allo spirito.   Vogliamo iniziare l’anno con gusto e all’insegna del meglio che il suino ha da offrire. Di cosa parliamo? Della Salsiccia! Uno dei prodotti di carne e termini più gettonati sui motori di ricerca in Italia, chissà perché. Forse per il suo gusto ed estrema duttilità in cucina.  Così vogliamo portare questo cilindro di purezza suina al suo massimo, con questa ricetta davvero incredibile, perché onestamente non conosciamo proprio nessuno che non ama la pasta gratinata al forno, per di più con la salsiccia. Inoltre, un tocco di besciamella rende il tutto davvero irresistibile. Ingredienti della pasta al forno con la Salsiccia 500 gr di pasta. Consigliati i maccheroni o altra pasta corta.  400 gr di salsiccia tradizionale Poltornieri Salumi 1 cipolla grande olio extravergine d’oliva sale 120 gr Grana Padano Grattugiato   Ingredienti per fare la besciamella 500 ml di latte 40 gr burro 55 gr farina 00 noce moscata qb sale qb   Come si prepara la besciamella? In un pentolino metti a sciogliere il burro. Quando esso sarà totalmente liquefatto, comincia ad incorporare la farina avendo cura di aggiungerla poco alla volta, mescolando con vigore, in modo che non si formino grumi. Nel frattempo, in una pentola abbastanza grande metti a scaldare il latte a fuoco basso, meglio ancora se utilizzi un frangifiamme, per evitare di bruciare la besciamella. Quando questo è arrivato a bollore incorpora il latte [...]

Pasta al Forno con la Salsiccia2021-12-13T14:39:24+01:00

Come si prepara la pearà

2021-12-13T14:33:42+01:00

Come si prepara la pearà? Ma soprattutto cos’è questa Pearà? Mai sentito parlare della Pearà? Diciamo che se sei di Verona o provincia, non puoi non conoscere questo piatto leggendario. Mentre se provieni da fuori probabilmente ti starai chiedendo “ma cos’è questa pearà?”.   La pearà è un piatto della tradizione contadina veronese, come tale povero e fatto con materie prime che costano poco e spesso sono “avanzi” del giorno prima. Infatti, in questa ricetta l’ingrediente principale è proprio il pane raffermo, quello che dopo qualche giorno non sembra più buono neppure riscaldato.  Questo piatto è di base una crema di pane che diventa la salsa perfetta da mettere sul bollito o sul cotechino. Se l’hai già preparata almeno due volte nella tua carriera di cuoco della domenica, potresti aver già scoperto un grande segreto. Infatti, potresti esserti accorto che la volta in cui l’hai fatta cuocere di più, era più buona. Ecco che, una cottura prolungata, conferisce un sapore ancora più intenso e omogeneo al piatto, degno di una vera e propria standing ovation.   Cosa significa pearà? Il nome di questa salsa tipica significa pepata ed è condizionato da uno dei suoi ingredienti fondamentali, per l'appunto il pepe. Questo si vede e si sente. All’occhio risulta chiara la sua presenza, con tutti quei puntini neri sparsi in questa deliziosa crema. Mentre a sua volta il palato ne gioisce ad ogni boccone, con questa sensazione piccantina e l’aroma tipico del pepe nero.   Ingredienti per preparare le pearà Per deliziarti con questo piatto “delle feste” ti serviranno: 200 grammi di pane raffermo grattugiato finemente 100 grammi di midollo di bue freschissimo 1 litro di brodo di carne sale qb pepe macinato fresco qb olio d'oliva o burro (facoltativo) qb formaggio grana (facoltativo ma consigliato) qb   Come si prepara il brodo per la Pearà? Per preparare il brodo basterà mettere mezza gallina o cappone ed una parte di reale di bovino, insieme ad una carota, una cipolla ed una gamba di [...]

Come si prepara la pearà2021-12-13T14:33:42+01:00
Torna in cima