Ricetta del Risotto all’Isolana

Prima di parlare della ricetta del Risotto all’isolana, piatto tradizionale della cucina Veronese, è utile menzionare le sue origini. Questo piatto nasce nel comune da cui prende il nome, ossia Isola della Scala. Ogni anno in tale paese si tiene la Fiera del Riso, evento in cui si celebra sia il Riso Vialone Nano che la ricetta di cui andremo a parlare oggi.

La prima fiera del Riso si tenne a Isola della Scala nel 1967 e Pietro Secchiati definì in tale occasione la ricetta ufficiale di questo piatto tradizionale. Nel corso del tempo sono state apportate alcune modifiche. A questo ti basterà notare il termine q.b. legato a certi ingredienti, per capire che al di là delle ricette codificate, il gusto personale è molto rilevante. Infatti, ti basterà chiedere a qualche amico per accorgerti che ci sarà qualcuno che gradisce molto la cannella o il rosmarino, e chi invece tali spezie e ingredienti cerca di ridurli al massimo.

 

Ingredienti per preparare il Risotto all’Isolana

Riso Vialone Nano Veronese 1 Kg

Ottimo brodo di carne 2 litri

Vitello magro 200 gr

Lombata di maiale 600 gr

Burro 150 gr

Formaggio Grana 140 gr

Pepe q.b.

Sale q.b.

Cannella q.b.

Rosmarino q.b.

Come si prepara il risotto all’Isolana?

Per preparare il risotto all’isolana dovrai partire dalla concia delle carni. Quindi taglia a dadolini la carne di vitello e di maiale, condisci a piacere con pepe e sale. Lascia riposare il composto per un’oretta, prima di cuocerla.

Una volta che la carne ha riposato a sufficienza, ti basterà far fondere del burro in un pentolino assieme ad un ramo di rosmarino. Ciò andrà ad aromatizzare il burro.

Piano piano incorpora la carne e falla rosolare. Una volta rosolata fai cuocere per bene a fuoco lento, girando di tanto in tanto.

Porta ad ebollizione il brodo e aggiungi il riso. Metti un coperchio, il fuoco al minimo e aspetta 14 minuti circa. Al termine della cottura incorpora carne, formaggio e cannella.

 

Abbinamento Vini

La tradizione recita che il riso nasce nell’acqua e muore nel vino. Questo piatto si sposa con gli ottimi vini veronesi della Valpolicella, quindi Valpolicella Classico, Valpolicella Superiore, Valpolicella Ripasso e Amarone.

 

 

Un Saluto da Poltronieri Salumi!

Seguici su Facebook e Instagram