GRIGLIA NON HAI PIU SEGRETI!

Tempo permettendo, con Aprile si apre la stagione delle grigliata e come ogni anno il mondo si dividerà in due schieramenti: chi la griglia non la vuol neanche vedere e chi invece starà davanti alle braci per ore, amando ogni secondo, tra calore intenso e commensali impazienti.

Se fai parte della seconda categoria e come noi adori sorseggiare buon vino insieme a qualche amico davanti alle braci roventi, mentre decidi come sistemare le salamelle… Allora questi sono i consigli che ti regaliamo per diventare una cintura nera di grigliate:

  1. STRUMENTAZIONE: è la base. Prepara tutti gli strumenti e non improvvisare. Serviranno coltelli, taglieri, forbici, carta assorbente, recipienti per tenere le cose in caldo (es. padella in acciaio con manici non di plastica) presine. I forchettoni usali con cura perché far uscire i succhi dalle carni non è sempre una buona idea, quindi meglio le pinze. La griglia ovviamente sempre pulitissima.
  2. TATUA LA CARNE: Anche l’occhio vuole la sua parte ed una bistecca grigliata sembrerà ancora più grigliata se i segni su di essa ricorderanno il simbolo degli “hashtag” #
  3. ACCLIMATARE LA CARNE: prima di mettere la carne sulla griglia aspetta che sia arrivata a temperatura ambiente.
  4. LE DIMENSIONI CONTANO: date precedenza ai tagli che ci mettono di più, di solito i più grandi e spessi ed una volta cotti teneteli al caldo.
  5. UN PO’ DI RIPOSO: al termine della cottura lascia le pietanze a riposo per qualche minuto, di modo che i succhi si distribuiscano equamente.
  6. CONDISCI A FINE COTTURA: ci sono varie teorie in merito e dipende dal risultato che si vuole ottenere. In genere è meglio che la carne vada asciutta sulla griglia e che venga condita dopo la cottura.
  7. MARINATURA: non è molto diffusa questa usanza ma fa una grande differenza. La Marinatura come altre speziature va usata con parsimonia ed arricchisce principalmente carni dal sapore neutro (es. petto di pollo).
  8. TAGLIO DELLA CARNE: deve essere nel verso opposto rispetto alla fibra muscolare. Questo punto è particolarmente importante quando si maneggia il bovino.
  9. CARNI BIANCHE: vanno ben cotte.
  10. CARNI ROSSE: dipende dal taglio, generalmente quelli adatti alla griglia vanno appena scottati o al massimo portati ad una cottura media.
  11. GRIGLIA APERTA O BBQ CHIUSO: Questo chiaramente influisce sulla temperatura e quindi anche sulla velocità di cottura. Lo so che già lo facevi ma… ora assaggia una volta in più.
  12. SALSE: se sei un purista, puoi saltare questo punto, se invece ti piace sperimentare abbinamenti e gusti nuovi, allora crea e assaggia. Vedrai che la carne alla brace si può sposare con mille altri sapori senza perdere la sua identità.
  13. CONTORNI: quando si griglia, il soggetto del quadro è sicuramente la carne. Chiaramente ogni bel dipinto è arricchito da una bella cornice, lo stesso vale per la carne grigliata. Anche qui le possibilità sono infinite.

Buona Grigliata!