LA FAMIGLIA POLTRONIERI ESPORTA I VALORI DELLA TRADIZIONE ITALIANA
ATTRAVERSO PRODOTTI DI ALTA QUALITÀ

I prodotti di Poltronieri Salumi viaggiano, eccome se viaggiano! Grazie alla campagna
Saporisiparte! la StortinaVeronese è approdata in tutti i punti vendita di
AlleanzaCoop3.0, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia, percorrendo lo stivale da nord a sud,
protagonista indiscussa tra le eccellenze enogastronomiche italiane. Febbraio è stato il mese della
tappa in Veneto. La cultura del nostro territorio è fortemente legata alla sua storia, alle tradizioni della
vita di collina e di pianura, con le sue arti e i suoi mestieri e i prodotti artigianali della gastronomia
veneta. E proprio dove le grandi industrie, lo sviluppo delle tecniche di allevamento, delle coltivazioni
intensive e le attività commerciali della grande distribuzione hanno messo radici e trasformato il Veneto
in una regione altamente produttiva e industrializzata, ritroviamo l’orgoglio, il rispetto e l’amore per le
proprie origini contadine.
“Fino a dieci anni fa, prima che arrivasse il presidio Slowfoodvalligrandiveronesi,
a Verona non lo sapeva nessuno che nella Bassa Veronese si produce la Stortina – ci racconta
Claudio Riccò, di Poltronieri Salumi. – La Stortina è l’unico salame tipico di Verona. I nostri
nonni lo sapevano bene, ma poi, col passare degli anni, certe tradizioni si rischia di perderle, se
nessuno si preoccupa di portarle avanti. Se ti dimentichi della tua storia, perdi anche il contatto
con il tuo territorio. Ma se dai uno sguardo al passato, se fai un viaggio virtuale nelle cucine delle
case di campagna di sessant’anni fa, ti sorprendi a scoprire che i nostri nonni mangiavano
meglio di noi. Quanto è bella l’Italia, da questo punto di vista! Siamo i cuochi migliori nel
mondo, perché abbiamo imparato ad essere creativi nei secoli della lunghissima storia da cui
proviene la nostra società. Nel Belpaese, non dico in ogni città, ma addirittura quasi in ogni
comune, trovi un prodotto tipico di quel luogo, che viene da un tempo lontano, e che qualcuno
ha deciso di tramandare fino ad oggi. Per esempio, lo zampone è nato a Mirandola, durante gli
assediamenti medievali: era fondamentale allora riuscire a trovare un metodo per conservare le
carni più a lungo possibile, e qualcuno ebbe l’idea di utilizzare la pelle del maiale stesso come
sacca di contenimento.”
Allo stesso modo, anche la Stortina Veronese ha la sua storia. Oggi abbiamo il frigorifero,
e ci dobbiamo solo preoccupare di riporvi gli alimenti nella maniera più corretta, ma una volta non era così.
La Stortina Veronese di Poltronieri Salumi èprodotta, oggi come ieri, con la stessa ricetta che
le generazioni si sono tramandate. L’impasto,dopo la macinazione, veniva agliato e speziato,
e insaccato nelle budella dell’animale stesso. Poi veniva inserito in pentole di terracotta, ragion
per cui aveva la forma di salamini corti e ricurvi. Le pentole venivano poi riposte in cantina,
al buio e a una bassa temperatura, dove raggiungevano la giusta maturazione e potevano
essere conservate a lungo, grazie a degli strati di lardo del maiale stesso, che serviva da
protezione del prodotto dall’ambiente esterno. Oggi come ieri la Stortina di Poltronieri Salumi
è prodotta con tecniche all’avanguardia che mantengono però il sapore e il gusto delle sue origini.
“È stato un onore per noi rappresentare il Veneto nel tour di Sapori si Parte! di Alleanza
Coop 3.0 – conclude Claudio Riccò. – È nella storia e nelle tradizioni dei piccoli artigiani, che
riconosci e ritrovi vla storia di un popolo intero”.

La Stortina Veronese di Poltronieri Salumi, orgoglio Made in Italy, è un Presidio Slow

Food della Condotta Valli Grandi Veronesi.